Frozen: Il Regno di Ghiaccio

Diretto da Chris Buck e Jennifer Lee e prodotto dalla Walt Disney Animation Studios nel 2013, Frozen: Il Regno di Ghiaccio rappresenta per la casa di Topolino la realizzazione di un sogno, un sogno nato nell’immaginazione dell stesso Wakt Disney negl anni ’50 ma che per una serie di svariati motivi (diritti d’autore, costi, sceneggiatura, ecc…) non aveva mai potuto trasformarsi in realtà.

Apprezzatissimo dalla critica ed amatissimo dal pubblico, Frozen si è aggiudicato nel 2014 ben due premi Oscar tra cui quello come Miglior film d’animazione e Miglior Canzone (Let It Go).

Frozen ha segnato un nuovo record per la Disney sbancando al botteghino con un miliardo e 274 milioni di dollari (a fronte di 150 milioni di budget) diventando il film d’animazione con il più alto incasso nella storia del cinema.

Principesse ra le nevi

Ispirato alla fiaba La regina delle nevi di Hans Christian Andersen, Frozen: Il Regno di Ghiaccio prende solo alcuni spunti dal racconto originale rielaborandoli in una storia completamente nuova ed originale.

Protagoniste principali della storia sono le due giovani principesse del regno di Arendelle, anna ed Elsa, quest’ultima sorella maggiore dotata fin dalla nascita di straordinari poteri magici che le permettono il controllo sulle nevi e sui ghiacci.

Frozen - Il Regno di Ghiaccio Screen 4

Molto legate durante l’infanzia, in seguito ad un’incidente quasi mortale causato dai poteri di Elsa, il Re e la Regina decideranno di allontanarle per proteggerle insegnando alla giovane Elsa a tenere nascosto il suo dono (o maledizione).

Dopo la morte dei loro genitori Elsa non potrà cambiare i suoi atteggiamenti nei confronti della sorella ed il suolo di regina regnante le imporra di vivere una vita non sua, imprigionata tra le regole e l’etichetta.

Durante la cerimonia per l’incoronazione,  l’impulsiva Anna annuncerà alla sorella le sue nozze con un principe appena conosciuto, nozze che la sorella disapprova e alle quali non intende dare la sua benedizione.

Frozen - Il Regno di Ghiaccio Screen 5

Rimproverata dalla sorella per il suo comportamento Elsa finirà per perdere le staffe rivelando a tutti, senza volerlo, il suo magico potere.

Impaurita e vista da tutti come una sorta di “mostro”, Elsa deciderà di fuggire e trovare rifugio tra le montagne dove, grazie al suo potere, costruirà un proprio palazzo di ghiaccio dove potrà a vivere a modo suo, senza segreti e bugie.

Preoccupata per la sorella e da una terribile tempesta di neve che sta gelando tutto il regno (causata dal potere di Elsa), Anna partirà alla sua ricerca aiutata dal coraggioso Kristoff, dalla renna Sven e dal smpatico pupazzo di neve di nome Olaf.

Frozen - Il Regno di Ghiaccio Screen 6

La trama, tutt’altro che scontata, sarà ricca di colpi di scena e non mancherà di stupirci con trovate geniali che non mancherete di apprezzare, soprattutto se avete amato anche un’altro splendido film Disney, Maleficient con Angelina Jolie.

Ritorno al passato…

Frozen: Il Regno di Ghiaccio prosegue quella sorta di ritorno alla vecchia scuola già iniziato con il fortunato Rapunzel, reintroducendo il classico mix tra commedia romantica e musical che nei decenni passati ha reso indimenticabili grandi classici Disney come Aladdin e La Sirenetta.

Le meravigliose canzoni del film sono state scritte e composte dai due coniugiRobert Lopez e Kristen Anderson-Lopez, che avevano già lavorato insieme per un film della Disney Animation basato sulle avventure di Winnie the Pooh.

Le musiche sono state composte dall’abile musicista Christophe Beck, che aveva già lavorato sul corto Disney’ vincitore del premio Oscar, Paperman.

A livello mondiale la colonna sonora di Frozen è riuscita a vendere più di 7 milioni di copi, un record raggiunto solo dal film Titanic e a rimanere per più di 13 settimane consecutive nelle prime posizioni delle classifiche.

Realizzando la magia

Come da tradizione dei film Disney ogni elemento presente nel film è stato curato nei minimi dettagli tanto che lo stesso direttore artistico che il team creativo si sono recati persvariati mesi in Norvegia per poter studiare e conoscere i luoghi che hanno fato da ispirazione alla pellicola come le città vicino ai fiordi di Geirangerfjord e Sognefjord.

Assai curioso è invece lo spunto per lo straordinario castello di creato da Elsa, in questo caso infatti gli animatori si sono recati presso l’Hôtel de Glace di Québec in Canada, il primo ed autentico hotel di ghiaccio del Nord America.

All’interno della struttura il team creativo ha potuto studiare dal vivo gli effetti di rifrazione della luce e dei colori sulla neve potendoli poi riprodurre in maniera realistica all’interno del film.

La realizzazione della pellicola ha impiegato diversi anni per essere portata a compimento soprattutto per la realizzazione di più di 300 personaggi originali creati per l’occasione.

Per saperne di più potete gustarvi lo speciale realizzato da Disney Channel che ho inserito in questa sezione.

Sequel in arrivo

In modo molto simile a quanto fatto con Rapunzel; Le incridibili nozze, nel 2015 la Disney ha realizzato un breve cortometraggio d’animazione intitolato Frozen Fever uscito nelle sale allegato al film live-action Cenerentola,

Il corto, diretto da Chris Buck e Jennifer Lee, è ambientato dopo gli eventi della pellicola originale, rappresentando di fatto una sorta di piccolo sequel.
Frozen Fever vede ancora una volta protagonisti tutti i personaggi del film (con qualche new entry) stavolta alle prese con l’organizzazione della festa di compleanno di Anna.

Un sequel ufficiale del film, intitolato provvisoriamente Frozen 2, è stato annunciato dalla Disney a Marzo 2015 ma non sono state comunicate le date per il rilascio sul grande schermo.

Dove trovarlo

Il film è disponibile oltre che in versione fpgiale cje ei principali shop anche nel negozio dei nostri amici di Dvdequipe cliccando QUI.

Frozen - Il Regno di Ghiaccio Screen 2

Una fiaba moderna

Il motivo principale del successo di Frozen è di riuscire a raccontare una storia classica, basata soprattutto sulle emozioni ed i sentimenti, ma di farlo con un linguaggio ed uno stile che rompe gli schemi, gettando via le classiche regole della fiaba tradizionale.

Il film è spesso autoreferenziale e non manca di prendere in giro i classici clichè tipici delle storie Disney (basti pensare alla divertente conversazione tra Kristoff ed Anna in cui il ragazzo le chiede “Ti innamori di uno appena conosciuto?”) e propone anche situazioni al limite del demenziale, soprattutto nelle scene con il pupazzo Olaf.

Frozen - Il Regno di Ghiaccio Screen 1

I personaggi del film sono probabilmente tra i più carismatici tra quelli visti negli ultimi film di casa Disney, dotati di spessore e personalità a tutto tondo.
La figura di Elsa in particolare si carica di molteplici significati e diventa una vera e propria icona di libertà ed emancipazione;
accettando il proprio potere, sceglie di non nascondersi ed essere se stessa, di andare controcorrente e rompendo con un mondo fatto di schemi ed apparenze,

Grazie alle sue differenti chiavi di lettura Frozen è un film che si rivolge davvero a tutti, ai bambini come agli adulti, in grado di insegnare, commuovere e far ridere.
Una storia che parla di famiglia, di affetti, di scelte e soprattutto sull’importanza di accettare e di amare, concetti forse semplici. ma oggi più che mai importanti e dal significato universale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...