Little Briar Rose

L’Italia, lo sappiamo, è un paese ricco di talenti anche nel settore dei videogiochi ma riuscire ad emergere è davvero molto difficile visto che è praticamente impossibile ottenere fondi o sovvenzioni.

E’sempre un piacere quindi quando un team tutto italiano riesce a pubblicare un nuovo titolo, ancor di più se questo è, come in questo caso, un’avventura grafica.

Il gioco di cui vi parlerò in questa recensione è Little Briar Rose un breve ma divertente punta e clicca prodotto da Elf Games, studio di sviluppo indipendente composto dalla talentuosa Fabiola Allegrone (artista), Piero Dotti (programmatore) e Stefano Zambrano (traduttore) tutti molto apprezzati e conosciuti nel panorama indie italiano.

Al progetto hanno inoltre partecipato numerosi collaboratori che hanno dato il loro supporto alla produzione occupandosi dei vari aspetti come lle musiche e la comunicazione (trovate la lista completa cliccando QUI).

Realizzato nel 2014 tramite RPG Maker, il titolo si è aggiudicato la terza posizione nella categoria  No-Rpg Game. in occasione dell’Indie Game Maker Contest, concorso organizzato dalla Enterbrain, azienda ideatrice del tool.

C’era una volta…

La trama di Little Briar Rose è ispirata alla fiaba La Bella Addormentata dei fratelli Grimm, una storia famosissima ed amata ancora oggi dal pubblico di tutto il mondo, basti pensare all’incredibile successo ottenuto dal film Maleficent, trasposizione in live action del classico Disney, con Angelina Jolie.

Come nella storia originale una bellissima principessa è caduta vittima dell’incantesimo di una fata e non potrà più risvegliarsi dal suo sonno eterno fino a quando non riceverà il bacio del vero amore.

Little Briar Rose Screen 2

A giungere in suo soccorso sarà un coraggioso e impavido principe (ovvero il nostro alter ego) deciso con tutte le sue forze a rompere il terribile malefico e far breccia nel cuore della principessa.

Come era ovvio che fosse, l’impresa sarà più ardua del previsto dato che anche il castello dove riposa la gentil donzella è protetto da una potente magia che impedisce a chiunque ogni via di accesso o di fuga.

Per poter spezzare la barriera il principe dovrà quindi recuperare una sorta di sfere magiche, ognuna legata ad un desiderio, unico modo per poter entrare nel regno e salvare la sua amata.

La trama del gioco, come quella della fiaba, è abbastamza semplice e lineare e portarla a termine non ci prenderà troppo tempo (al massimo 1/2 ore se vorremo prendercela comoda), soprattutto se siamo degli avventurieri esperti.

Little Briar Rose Screen 5

L’esperienza complessiva è però molto gradevole e vi assicuro che trascorrete momenti di pura allegria grazie a degli enigmi davvero ben congegnati e che vi straperanno anche più di una risata.

Una piccola fiaba animata

Molti di voi ricorderanno sicuramente la bellissima introduzione del film La Bella e la Bestia, quella in cui la voce narrante ci racconta il triste antefatto tramite una serie di bellissimi dipinti all’interno del castello;
Little Briar Rose inizia allo stesso modo, sostituendo ai dipinti delle bellissime vetrate dai colori sgargianti.

Quello che rende però il titolo unico è che tutto il gioco è stato pensato utilizzando questo stile proponendo ambientazioni e personaggi realizzati come se fossero elementi di un mosaico.

Little Briar Rose Screen 1

Personaggi ed ambientazioni per quanto stilizzati son davvero ricci di dettagli ed è davvero straordinario pensare quanto tempo e cura è stato impiegato per comporre insieme i singoli elementi.

Uno degli elementi che rende ancora più particolare il piccolo gioiello di Elf Games è che il titolo è stato realizzato ( come già accennato in fase di apertura) utilizzando RPG Maker, un programma solitamente utilizzato per la creazione di giochi di ruolo.

L’abilità degli sviluppatori è stata tale da aver adattato il programma alla creazione di un punta e clicca introducendo anche un cursore per interagire con il mondo di gioco ed il classico inventario.

Little Briar Rose Screen 4

Il comparto sonoro e le musiche sono adeguate e ci accompagneranno per tutta la durata dell’avventura-

Dove trovarlo

Dopo un primo periodo come freeware gli sviluppatori hanno realizzato una versione commerciale del titolo con grafica, animazioni e musica migliorate, disponibile sia per PC ch su dispositivi mobile.

Tutte le info ed i link sul sito ufficiale raggiungibile cliccando QUI.

E vissero per sempre felici e contenti…

Little Briar Rose è un’avventura dallo stile unico, semplice ma ricca di atmosfera, carica di passione ed innocenza proprio come quella dei primi episodi di King’s Quest.

Little Briar Rose Screen 3

Pur essendo la prima titolo di Elf Games è un punta e clicca di ottima fattura che fa ben sperare anche nelle loro future produzioni, magari anche di tipo commerciale;
adatto agli avventurieri incalliti come ai novizi, saprà catturarvi e stupirvi, facendovi guardare lo schermo con gli occhi pieni di meraviglia, sereni e gioiosi proprio come quando eravate bambini. Assolutamente consigliatissimo,

Potete supportare Little Briar Rose mettendo un Mi Piace sulla pagina Facebook cliccando QUI.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...