Paradise

Meno conosciuto rispetto alle più celebri avventure della sega di Syberia, Paradise è un titolo basato su una storia originale di Benoit Sokal e sviluppato dalla sua stessa software house. la White Birds Productions, nel 2006.

Rispetto alla serie con protagonista la giovane avventuriera Kate Walker, Paradise abbandona in gran parte le atmosferiche oniriche e quasi sognanti a cui ci aveva da sempre abituato il maestro francese per abbracciare toni più adulti e realistici, mostrandoci una terra devastata dall’odio e dalla guerra.

Nel cuore dell’Africa…

La storia di Paradise è ambientata nell’immaginario stato di Maurania, un nazione situata nel cuore dell’Africa e governata dal vecchio ed ormai malato Re Rodon.

 

Protagonista principale della storia è una fotografa di nome Ann Smith, identità, giovane ragazza che per molti anni è vissuta a Ginevra, in Svizzera.

Come ci verrà mostrato all’inizio del gioco quella di ann è in realtà un’identità fittizia dato che, dopo uno spaventoso incidente aereo causato da un un gruppo di ribelli Ann soffre di amnesia ed ha perso buona parte dei ricordi del suo passato.

Grazie ai pochi indizi che riuscirà a recuperare Ann deciderà di tornare in quella che pensa sia la sua città d’origine ed inizierà quindi ad avventurarsi attraverso la terra devastata di Maurania alla ricerca di un modo per tornare a casa.

Paradise Screen 4

Proseguendo nel suo viaggio e riacquistando progressivamente le sue memorie perdute Ann incomincerà a riflettere sull’inutilità della guerra e sulle ragioni dei ribelli fino ad arrivare ad una sconvolgente rivelazionee…

Tra vecchio e nuovo…

A livello di gameplay Paradise non si discosta troppo da Syberia con ambientazioni da esplorare (anche più di una volta), enigmi da risolvere e personaggi pronti a scambiare quattro chiacchiere e pronti a fornirci degli indizi.

Il titolo utilizza una classica interfaccia punta e clicca da gestire completamente tramite il mouse e che ci permetterà, con pochi click, di interagire con l’ambiente ed accedere all’inventario.

Paradise Screen 1

A differenza degli altri titoli di Sokal in quest’avventura sono stati introdotti anche dei piccoli minigames che servono più che altro ad alleggerire i tonidella narrazione ma che possono, a discrezione del giocatore, essere tranquillamente saltati per proseguire nel gioco.

Viaggiando in terre lontane

Abbandonate le nevi ed i ghiacci perenni di Syberia, l’avventura di Sokal ci catapulta in un mondo praticamente agli antipodi, fatto di colori caldi e di ambientazioni lussureggianti, con giungle fitte ed intricate, villaggi costruiti tra le cime cime degli alberi e sontuosi palazzi.

Nonostante le differenze anche Paradise conserva il marchio distintivo dell’artista francese con una squisita cura per i dettagli ed il suo desiderio di trasportarci in mondi lontani, densi di magia e mistero.

Paradise Screen 5

Il comparto audio, che rimane all’altezza delle altre produzioni di Sokal, riesce a svolgere perfettamente il suo dovere con musiche che catturano appieno il fascino esotico delle ambientazioni. Il doppiaggio, almeno nella sua versione in inglese, è di buona qualità-

Dove trovarlo

Per chi fosse interessato il titolo è disponibile per l’acquisto in versione digitale sul sito Big Fish Games.

Il giudizio del tempo

Ai tempi della sua uscita Paradise non potè godere di un’ottima accoglienza anche a causa di notevoli difetti di programmazione che vennero tuttavia risolti con una serie di patch correttive.

Paradise Screen 2

La versione digitale del gioco fortunatamente non soffre più degli stessi problemi di cui il titolo soffrì al momento del suo primo rilascio e permette a tutti i giocatori d godere appieno dell’esperienza pensata dal suo creatore.

Il mio consiglio, per chi volesse intraprendere il lungo viaggio in compagnia di Ann, è considerare il titolo nella sua unicità evitando i confronti e senza aspettarsi un altro SyberiaParadise è un titolo dai toni più cupi, con tematiche mature, pensato più per farci riflettere che per stupire, molto lontano dalle atmosfere quasi fiabesche ed oniriche dei suoi predecessori.

Pur non essendo privo di difetti, Paradise rimane comunque un’ottima avventura e merita sicuramente una seconda occasione.


Paradise Screen 3

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...