Okami HD

Sviluppato da Clover Studio nel 2006, Okami è considerato a tutti gli effetti uno dei capolavori indiscussi realizzati per PlayStation 2 tanto da vincere, nello stesso anno, il premio “Game og the Year” assegnato di IGN,

Al momento della sua uscita, nonostante l’ottima accoglienza da parte di pubblico e critica, il gioco non fu un vero e proprio successo di vendite tanto che, dopo un porting effettuato per Wii, il suo seguito venne poi rilasciato per Nintendo DS preferendo abbandonare la console Sony.

Questioni di marketing…

La causa del mancato apprezzamento a livello commerciale non dipese tuttavia dalla sua qualità o dal genere di appartenenza (che era quello di un classico e molto in voga Action/GDR) quanto dal periodo in cui il gioco venne distribuito;
Okami arrivo infatti nei negozi poco prima dell’uscita della Playstation 3, elemento che fece passare questo piccolo gioiello distribuito da Capcom un po’in sordina, oscurato dai nuovi “scintillanti” titoli next-gen di Sony

A dispetto di questo suo inizio sfortunato Okami ha saputo però ritagliarsi nel corso degli anni una schiera di fedeli appassionati, una nicchia che ha saputo sostenerlo trasformandolo in un vero e proprio “cult” per ogni vero appassionato di videogiochi.

Decisa ad offrirgli una seconda opportunità nel 2012 Capcom ha deciso di realizzare una versione rimasterizzata del gioco per PS3, Okami HD, distribuita in USA ed Europa tramite il PSN (la versione retail esiste solo per il mercato giapponese).

La nuova versione, oltre a grafica e suoni ad alta definizione introduce insieme ai controlli tradizionali anche il supporto per la periferica Playstation Move, una piacevole aggiunta che non ha comunque minimamente intaccato la sua giocabilità.

Una fiaba antica per le nuove generazioni

La storia di Okami è ambientata in un periodo non meglio precisato del medioevo giapponese, un periodo travagliato. sotto la costante minaccia della guerra e di schiere di demoni infernali.

A portare ulteriore scompiglio in una situazione non proprio rosa e fiori si aggiunge il ritorno del demone Orochi che, liberatosi dalla sua centenaria prigionia è intenzionato ad ottenere vendetta distruggendo il Giappone ed i suoi abitanti.

Okami Screen 7

Per salvare il mondo degli umani dal flagello di Orochi, la corte celestiale decide di inviare in missione la dea del sole Amaterasu, scesa sulla Terra sotto forma di agile e possente lupo bianco;
accompagnata dal fedele artista Issan, Amaterasu si lancerà in una vera e propria epopea alla ricerca delle Sacre Tecniche Divine. l’unico potere in grado di sconfiggere il malvagio Orochi.

La trama ideata da Hideki Kamiya e dal team di sviluppo, come avrete modo di scoprire, è davvero lunga ed articolata e proporrà interessanti spunti di riflessione sull’equilibrio e sul rapporto tra uomo e natura, garantendo inoltre una longevità complessiva vicino alle 30 ore.

Il sentiero del lupo…

Okami si configura principalmente come una sorta di platform/gdr molto simile nella struttura ai videogiochi della saga di Zelda,

Come le avventure di Link, anche il titolo Capcom presenta un ottimo bilanciamento nel gameplay, alternando sezioni platform e di combattimento ad altre completamente esplorative in cui dovremo portare a termine la varie quest assegnateci dagli altri PNG (utili per farci proseguire nella trama, accumulare ricompense o potenziare le nostre abilità).

Okami Screen 6

In entrambe le sezioni un elemento chiave sarà comunque l’utilizzo del Pennello Celestiale, un potente strumento magico che potremo utilizzare come arma contro i nemici o come oggetto speciale per completare missioni e risolvere gli enigmi presenti nel gioco.

Nel corso dell’avventura Okami arriverà ad acquisire fino a tredici differenti tecniche (ognuna donatagli da una differente divinità) che potranno essere potenziate, come le altre caratteristiche del protagonista, assegnando ad ognuna di esse un diverso ammontare di punti abilità.

Un dipinto in movimento

Uno degli aspetti che ha da subito reso celebre Okami è stata sicuramente la sua splendida grafica in  cel-shaded ispirata allo stile pittorico Sumi-e.

La particolare scelta di stile ha permesso agli sviluppatori di creare un mondo onirico a metà strada tra il reale ed il fantastico, con ambientazioni e personaggi che richiamano i dipinti dell’epoca Sengoku. in un tripudio di colori e contrasti che farà felice qualunque amante dell’arte nipponica.

Ad accompagnare lo straordinario spettacolo visivo non poteva mancare ovviamente un comparto audio a dir poco eccezionale ispirato alle melodie classiche della tradizione musicale giapponese.
La bellissima canzone che accompagna i titoli di coda del gioco, intitolata Reset è cantata dalla talentuosa Ayaka Hirahara.

Dove trovarlo

Per chi fosse interessato il titolo è disponibile solamente in versione digitale sul PSN di Sony solamente in lingua inglese.

Il giudizio celeste

Arricchito tecnicamente dall’alta definizione Okami rimane ancora oggi uno dei pochi titoli in grado di superare la barriera del semplice intrattenimento ludico, una vera e propria opera d’arte realizzata attraverso il media digitale.
Proprio come un libro o un film, il gioiello di Capcom conserva intatto a distanza di anni, tutto il suo fascino, una fiaba universale, poetica ed intensa capace di toccare dritta al cuore.

Consigliato a chiunque si reputi un videogiocatore, è un capolavoro senza tempo unico nel suo genere, un’esperienza sublime ed appagante che vi lascerà estasiati e, cosa noncomune, saprà perfino arricchirvi a livello interiore. Indimenticabile.

GALLERIA IMMAGINI:

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...