Shadowgate

Per quelli che non la conoscessero l’originale Shadowgate era un’avventura grafica punta e cliccca sviluppata da ICOM Simulations Inc. nel 1987. Distribuita a suo tempo per personal computer il successo portò anche ad una versione per console in particolare il Nintendo Entertainment System.

A quasi trent’anni di distanza dall’uscita della prima versione, il team di sviluppo originale ha deciso di riunirsi per re-immaginare da zero il gioco ed offrire ai vecchi fans così come a quelli nuovi la possibilità di tornare a vivere emozionanti avventure all’interno del temuto quanto affascinante castello vivente di Shadowgate.

Una leggenda dal passato…

Nonostante gli anni trascorsi il team di Zojoi ha deciso di lasciare immutata la trama senza troppi sconvolgimenti aggiungendo però delle nuove aree esplorabili ed alcuni personaggi di supporto (così come nuovi nemici).

Proprio come nell’originale i giocatori saranno chiamati a vestire i panni del prescelto, il Seme della Profezia, ultimo di un’antica dinastia di re combattenti.

Il nostro principale nemico all’interno della storia sarà il  Warlock Lord, un tempo uno dei maghi della Cerchia dei Dodici (un gruppo di eletti custodi della pace e dell’equilibrio) ma che decenni prima aveva tradito i suoi compagni cedendo al fascino delle forze oscure.

Sconfitto ed esiliato per i suoi nefandi crimini, dopo innumerevoli tentativi il signore delle tenebre è riuscito ala fine a liberarsi determinato ad ottenere la sua vendetta.

Shadowgate Screen 6

Per potter ottenere il suo scopo il Warlock Lord ha intenzione di risvegliane il Behemoth, il più potente tra i Titani, una creatura che, se  riportata in vita potrebbe causare non solo la totale distruzione  del regno ma anche quella dell’intero pianeta.

Come avrete avuto modo di capire anche voi l’impresa che ci attende sarà ardua, irta di pericoli e per nulla semplice da portare a termine con molte probabilità di insuccesso, ma la fortuna aiuta gli audaci e nessun avventuriero che si rispetti è disposto a tirarsi indietro alla prima difficoltà…giusto?

Un’avventura per tutti i gusti

Se avete mai giocato a qualche hidden object games, noterete come questa nuova incarnazione di Shadowgate abbia molto in comune con i titoli della  Big Fisg Games, sia come stile grafico che come tipologia di gameplay.

Shadowgate Screen 7

In maniera molto simile alla serie Drawn (di cui potete leggere qui la recensione) il titolo fonde insieme elementi tipidelle avventure grafiche con quelli di un puzzle game a cui sono stati aggiunti anche quelli più caratteristici dei giochi di ruolo fatasy come la possibilità di imparare formule magiche e lanciare incantesimi.

Per far felici i vecchi e nuovi fans all’interno del gioco sono stati introdotti ben 3 differenti livelli di difficoltà che permetteranno di vivere l’avventura adattando l’esperienza al nostro stile di gioco.

All’interno dell’avventura sarà possibile morire in più di un’occasione (ed in decine di modi diversi) ma avremo sempre la possibilità di ripetere l’azione fino a quando non saremo usciti con successo dallo scontro con il nemico o dalla situazione di pericolo.

Gli sviluppatori hanno inoltre inserito un sistema di aiuti in-game in grado di fornire indizi e soluzioni agli enigmi nel caso rimanessimo bloccati nel corso del gioco.

Tra vecchio e nuovo

ReImmaginare  un classico senza scontentare gli appassionti poteva non essere un compito facile , propio per questo gli sviluppatori hanno seguito una doppia via realizzando un titolo che potesse far felici anche i nostalgici.

Oltre alla grafica in alta risoluzione completamente disegnata a mano in 2D e alle spettacolari sequenze cinematiche per chi lo volesse nelle opzioni sarà possibile attivare alcune features che arrichiscono il gioco con un effetto retrò come le transizioni pixellate ed i testi in stile old edition.

Stesso discorso è stato applicato al comparto audio con la possibilità di poter scegliere tra la colonna sonora composta da Hiroyuki Masuno per la versione NES o quella completamente rimasterizzata con tanto di accompagnamento d’orchestra dal compositore Rich Douglas.

Tra le varie opzioni disponibili ci sarà anche quella di poter utilizzare un menù a scomparsa che nasconderà l’hud del gioco rendendo ancora più immersiva l’esperienza. I controlli come era ovvio aspettarsi sono quelli classici da punta e clicca come mouse e tastiera a cui potremo assegnare alcuni tasti di scelta rapida.

Dove trovarlo

Per chi fosse interessato è possibile acquistare il titolo su GOG. com o in alternativa sulla piattaforma Steam du Valve.

 Il verdetto finale

Nonostante non abbia mai giocato l’originale ho trovato questo nuovo Shadowgate un titolo di grande atmosfera, dovuto soprattutto al senso costante di scoperta e mistero, all’incredibile varietà di situazioni e dal desiderio di vedere “cosa viene dopo”.

La magica alchimia ed il perfetto bilanciamento degli elementi che hanno reso l’originale un grande classico sono rimasti inalterati anche in questa nuova versione, dimostrazione che a dispetto degli anni trascorsi Shadowgate rimane un titolo unico in grado di esercitare un’inesauribile fascino.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...